Ford Trimotor 1925

Nel corso del 1925, in concomitanza con la liberalizzazione della gestione delle rotte aeree postali, il “re dell’automobile” Henry Ford, decise di muovere i primi passi nel settore aeronautico.

Nella primavera di quello stesso anno indisse e finanziò una “Reliability Trial” (prova di affidabilità) per velivoli da trasporto che, toccando diverse località degli Stati Uniti d’America, avrebbe dovuto consentirgli di stabilire quale fosse il miglior aereo per il trasporto commerciale.

La competizione fu appannaggio di un velivolo costruito dalla olandese Fokker: per l’occasione il “patron” della casa europea, Anthony Fokker rivide il progetto del modello F.VII, dotandolo di tre motori Wright. Il successo di tale velivolo fu tale che Edsel Ford (figlio di Henry) decise di acquistare il velivolo vincitore per destinarlo all’impiego nella spedizione verso il Polo Nord che sarebbe stata tentata dall’esploratore Richard Evelyn Byrd.

Sulla scorta di tale successo Henry Ford tentò, senza riuscirvi, di acquistare la licenza per la costruzione del trimotore da Fokker. Convinto della formula trimotore, senza arrendersi per il rifiuto ottenuto da Fokker, nell’agosto del 1925 Henry Ford decise di acquistare un’azienda aeronautica statunitense, la Stout Metal Airplane Company.

A far data dal 1922 il fondatore di tale azienda William Bushnell Stout, aveva realizzato una serie di monoplani (monomotori) da trasporto che si contraddistinguevano per l’affidabilità, la pulizia aerodinamica e le tecnologie costruttive adottate (come la controventatura interna o l’impiego di leghe d’alluminio con rivestimento in Alclad).

A partire dal 15 febbraio 1926 Herny Ford, dopo aver fondato una propria compagnia di trasporti aerei, la Stout Air Services, iniziò collegamenti postali sulle rotte Detroit-Cleveland e Detroit-Chicago, servendosi degli aerei precedentemente realizzati da “Bill” Stout. Proprio per questi servizi Stout progettò, su commissione di Ford, il primo trimotore (indicato come Model 3-AT): l’insuccesso di questo primo velivolo (incendiatosi al suolo, probabilmente dopo aver volato una sola volta), portò al licenziamento di Stout ed al progetto del Model 4-AT (ad opera del gruppo di ingegneri della Ford, guidato da Harold Hicks e Tom Towle).

Sulla base dell’esperienza nel frattempo maturata, Henry Ford si era convinto della necessità di sviluppare velivoli con struttura completamente metallica (mentre i Fokker erano costruiti con tubi d’acciaio, legno e tela). Per quanto riguarda il rivestimento, pur non essendoci prove concrete della correlazione, è molto probabile che i tecnici della Ford si siano ispirati agli altri trimotori di successo dell’epoca, i tedeschi Junkers.

Il primo dei trimotori Model 4-AT ricevette il battesimo dell’aria l’11 giugno 1926, poco più di un anno dopo il bando della “Reliability Trial”. Poco tempo dopo venne completato anche il primo modello della versione ampliata, denominato Model 5-AT.

Fonte
Wikipedia

[Condividi]