Harley-Davidson interromperà le vendite di dispositivi illegali

Harley-Davidson interromperà le vendite di dispositivi illegali che hanno aumentato l’inquinamento atmosferico dalle motociclette dell’azienda.

Il Dipartimento di Giustizia e la US Environmental Protection Agency (EPA) hanno annunciato oggi un accordo con Harley-Davidson Inc., Harley-Davidson Motor Company Group LLC, Harley-Davidson Motorcycle Company Inc. e Harley-Davidson Motor Company Operations Inc. (collettivamente Harley-Davidson), che richiede alle aziende di smettere di vendere e di riacquistare e distruggere dispositivi illegali che aumentano l’inquinamento atmosferico delle loro motociclette e di vendere solo modelli di questi dispositivi certificati per soddisfare gli standard sulle emissioni del Clean Air Act. Harley-Davidson pagherà anche una sanzione civile di $ 12 milioni e spenderà $ 3 milioni per mitigare l’inquinamento atmosferico attraverso un progetto per sostituire le stufe a legna convenzionali con stufe a combustione più pulita nelle comunità locali.

La denuncia del governo, archiviato oggi insieme all’accordo, sostiene che Harley-Davidson ha prodotto e venduto circa 340.000 dispositivi illegali, noto come “super sintonizzatori,”Quello, una volta installato, ha indotto le motociclette a emettere quantità più elevate di alcuni inquinanti atmosferici rispetto a quanto certificato dalla società EPA. I dispositivi di sconfitta post-vendita come questi super sintonizzatori alterano i controlli delle emissioni di un autoveicolo e sono vietati ai sensi della legge sull’aria pulita per l’uso su veicoli certificati per soddisfare Standard sulle emissioni EPA. Harley-Davidson ha anche realizzato e venduto oltre 12.000 motociclette che non erano coperte da una certificazione EPA che garantisce che un veicolo soddisfi gli standard federali di aria pulita.

“Dato l’importanza di Harley-Davidson nel settore, questo è un passo molto significativo verso il nostro obiettivo di fermare la vendita di dispositivi illegali di sconfitta post-vendita che causano inquinamento dannoso sulle nostre strade e nelle nostre comunità,”Ha detto l’assistente procuratore generale John C. Cruden, capo della divisione Ambiente e risorse naturali del dipartimento di giustizia. “Chi altro che produce, vende o installa questo tipo di prodotti illegali dovrebbe prestare attenzione alle azioni correttive di Harley-Davidson e smettere immediatamente di violare la legge.”

“Questo accordo interrompe immediatamente la vendita di dispositivi illegali di sconfitta post-vendita utilizzati su strade pubbliche che minacciano l’aria che respiriamo”, ha dichiarato l’assistente amministratore Cynthia Giles dell’Ufficio di controllo e controllo della conformità dell’EPA. “Harley-Davidson sta prendendo importanti provvedimenti per riacquistare i” super sintonizzatori “dai loro rivenditori e distruggerli, finanziando progetti per mitigare l’inquinamento che hanno causato.”

Da gennaio 2008, Harley-Davidson ha prodotto e venduto due tipi di sintonizzatori, che quando collegati alle motociclette Harley-Davidson, consentono agli utenti di modificare alcuni aspetti del sistema di controllo delle emissioni di una motocicletta. Queste impostazioni modificate aumentano la potenza e le prestazioni, ma aumentano anche le emissioni di idrocarburi e ossidi di azoto (NOx) delle motociclette. Questi sintonizzatori sono stati venduti presso i concessionari Harley-Davidson in tutto il paese.

Il Clean Air Act impone ai produttori di autoveicoli di certificare all’EPA che i loro veicoli soddisferanno gli standard federali applicabili in materia di emissioni per controllare l’inquinamento atmosferico e che tutti i veicoli a motore venduti negli Stati Uniti devono essere coperti da un certificato di conformità rilasciato dall’EPA. La legge sull’aria pulita proibisce ai produttori di realizzare e vendere dispositivi che aggirano, sconfiggono o rendono inoperante il sistema di controllo delle emissioni certificato EPA di un veicolo a motore. La legge proibisce inoltre a chiunque di rimuovere o rendere inoperante il sistema di controllo delle emissioni certificato di un autoveicolo e di causare tale manomissione. La denuncia riguarda violazioni di entrambe queste disposizioni.

Sotto l’accordo, Harley-Davidson smetterà di vendere i dispositivi illegali di sconfitta post-vendita negli Stati Uniti entro il 23 agosto. Harley-Davidson offrirà anche di riacquistare tutti questi sintonizzatori in stock presso i concessionari Harley-Davidson in tutto il paese e distruggerli. L’accordo richiede alla società di ottenere una certificazione dal California Air Resources Board (CARB) per tutti i sintonizzatori che vende negli Stati Uniti in futuro. La certificazione CARB dimostrerà che i sintonizzatori certificati CARB non fanno sì che le motociclette Harley-Davidson superino i limiti di emissione certificati EPA. Harley-Davidson effettuerà anche test su motocicli che sono stati sintonizzati con i sintonizzatori certificati CARB e fornirà i risultati all’EPA per garantire che i suoi motocicli rimangano conformi ai requisiti sulle emissioni EPA. Inoltre, per tutti i super sintonizzatori che Harley-Davidson venderà al di fuori degli Stati Uniti in futuro, deve etichettarli come non utilizzati negli Stati Uniti.

La denuncia sostiene inoltre che Harley-Davidson ha realizzato e venduto oltre 12.000 motocicli degli anni modello 2006, 2007 e 2008 che non erano coperti da un certificato di conformità EPA. Un certificato di conformità copre solo i modelli di motocicletta inclusi nella domanda di certificazione e elencati nel certificato. Queste 12.000 motociclette erano modelli che non erano inclusi nelle applicazioni di Harley-Davidson e che non erano elencati come coperti dal relativo certificato. Ai sensi del decreto di consenso, Harley-Davidson garantirà che tutti i suoi futuri modelli di motociclette destinati alla vendita negli Stati Uniti siano completamente certificati dall’EPA

Le emissioni di idrocarburi e NOx contribuiscono all’ozono dannoso a livello del suolo e gli NOx contribuiscono anche all’inquinamento da particolato fine. L’esposizione a questi inquinanti è stata collegata a una serie di gravi effetti sulla salute, tra cui un aumento degli attacchi di asma e altre malattie respiratorie. L’esposizione all’ozono e al particolato è stata anche associata a morte prematura a causa di effetti respiratori o cardiovascolari. Bambini, anziani e persone con malattie respiratorie preesistenti sono particolarmente a rischio di effetti sulla salute derivanti dall’esposizione a questi inquinanti. Il progetto Woodstove, che Harley-Davidson intraprenderà insieme a una terza parte indipendente, eliminerà l’inquinamento atmosferico in eccesso causato dall’uso dei sintonizzatori illegali fornendo stufe a combustione più pulita alle comunità locali designate, garantendo così una migliore qualità dell’aria in futuro.

L’EPA ha scoperto le violazioni attraverso un’ispezione di routine e le informazioni fornite da Harley-Davidson dopo successive richieste di informazioni dell’agenzia.

L’accordo, un decreto di consenso proposto presentato al tribunale distrettuale degli Stati Uniti per il distretto di Columbia, è soggetto a un periodo di commento pubblico di 30 giorni prima che possa essere inserito dal tribunale come sentenza definitiva. Per visualizzare il decreto di consenso o inviare un commento, visitare il sito Web del dipartimento : www.justice.gov/enrd/Consent_Decrees.html.

Ulteriori informazioni sull’insediamento di oggi :
https://www.epa.gov/enforcement/harley-davidson-clean-air-act-settlement.

https://www.justice.gov/opa/pr/harley-davidson-stop-sales-illegal-devices-increased-air-pollution-company-s-motorcycles

[Condividi]